Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

In questo numero: giugno 2022

 

Learning News giugno 2022…e un omaggio all’ingegno 

Nella psicoterapia praticata attraverso lo schermo, non necessariamente l’assenza di fisicità agisce come ostacolo per sviluppare una relazione feconda ed emotivamente coinvolgente tra il terapeuta e il paziente. Ce ne parla Luciano Di Gregorio in “Un modello integrato di psicoterapia psicoanalitica online”.

Con lo scritto “Smart Lab: verso la realizzazione di un modello organizzativo agile” iniziamo il racconto delle buone prassi premiate al convegno PA di AIF svoltosi a Siracusa lo scorso Maggio. Enrica Orlandi, Monica Gussoni e Malì Scarcella condividono il progetto avente come obiettivo generale la definizione di modelli di competenze coerenti con il lavoro agile e ibrido.

Anna Malaguti, intervistando Roberta Lesini, ci permette di addentrarci  Alla scoperta di Ca’ Foscari Challenge School“ per comprendere quali siano le caratteristiche, gli obiettivi e le modalità di azione di questa realtà.

Gianni Agnesa, Salvatore Cortesiana, Roberta Cortesiana e Jessica Campisi ci accompagnano, all’interno della prima parte del report dell’attività esperienziale, svoltasi durante l’ultimo Convegno convegno PA, a ragionare su “Perchè Agenda 2030 nel Convegno AIF PA 2022“.

La comunità di pratica AIF Scuola: una sintesi dei lavori” è lo scritto con cui i componenti del gruppo di lavoro sintetizzano come hanno affrontato, in quest’ultimo anno, due tematiche ritenute rilevanti in merito al mondo della scuola: “competenze e sostenibilità” oltre a “tecnologia e innovazione”.

Un omaggio all’ingegno: riempire il vuoto [1]Tratto da: https://www.oshoba.it/index.php?id=articoli_view_x&xna=137

C’è una famosa storia Sufi, parla di un re che stava morendo. Aveva tre figli, tutti molto saggi, ed era preoccupato di chi scegliere come successore. Avevano più o meno la stessa età, quindi l’età non poteva essere il fattore decisivo ed erano tutti e tre belli, in salute, intelligenti. Era quasi impossibile decidere, quindi chiese aiuto a un suo anziano consigliere. Il vecchio disse: “Farò una specie di prova”.

Chiamò i tre ragazzi e diede ciascuno un palazzo e del denaro, una piccola somma, e disse loro: “Con questi soldi dovete riempire il palazzo completamente, non dovete lasciare alcun vuoto”. Era difficile. I palazzi erano enormi e i soldi pochi!

Il primo pensò e ripensò, rimuginando. Era impossibile riempire quel palazzo con quei pochi soldi. Non erano abbastanza per i mobili, nemmeno per le tende. Quadri e candelieri? Impossibile! Quindi, cosa fare? Riuscì a pensare solo una cosa: con quei pochi soldi avrebbe potuto riempire il palazzo di immondizia. Quindi così fece, tanto il consigliere non aveva detto di cosa riempirlo, bastava che fosse pieno! Quindi disse: “Una logica perfetta”.

Il secondo ci pensò su tantissimo e non riuscì a trovare una soluzione. Pensò e ripensò fino all’ultimo, ma fu impossibile. Non era disposto a riempirlo di immondizia e non c’era altro che potesse acquistare con quella somma di denaro, quindi il palazzo restò vuoto.

Il terzo comprò delle piccole lanterne di terra cotta, dell’incenso e dei fiori. Bruciò l’incenso e tutto il palazzo si riempì di profumo. E accese le piccole lanterne, molto economiche, e il palazzo si riempì di luce. E quando il re arrivò, c’era solo una piccola ghirlanda e dei fiori per lui, niente altro.

Il re rifiutò il primo palazzo, perché la condizione era stata soddisfatta, aveva riempito la casa, ma di immondizia! Il secondo fu un fallimento, perché il palazzo era vuoto e invaso dall’oscurità: il ragazzo non era riuscito a decidere cosa fare.

Fu scelto il terzo come successore, perché con quella piccola somma di denaro era riuscito a riempire il palazzo e non solo: era strapieno, abbondante. La luce arrivava sin sulla strada e il profumo si diffondeva insieme al vento.

 


Matteo Zocca

Coordinatore editoriale di Learning News. Formatore e consulente allo sviluppo individuale ed organizzativo. Si dedica allo studio e all’applicazione delle metodologie esperienziali, con una passione particolare per le nuove tecnologie.    

E-mail: aiflearningnews@gmail.com

Autore

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

it_ITItalian