Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

In questo numero: gennaio 2022

Ci siamo!

Finalmente ci siamo.

Dopo mesi di duro ed intenso lavoro, possiamo presentarvi la nuova versione di Learning News.

Ci tenevamo molto a farlo con questo numero, per inaugurare nel migliore dei modi la nuova annualità.

Come ogni “genitore”, il risultato ci rende orgogliosi. Pensiamo di essere riusciti a mettere insieme diversi aspetti positivi.

Diventando un vero e proprio magazine online, all’interno di Learning News si potrà fruire di tutte le possibilità offerte dalle nuove tecnologie:

  • commentare e condividere i contenuti direttamente sul sito e sui principali social media;
  • maggiore spazio ad elementi interattivi e multimediali, come foto e video;
  • una visualizzazione da mobile più immersiva;
  • categorie, tag e nomi di autori ed autrici come chiavi di ricerca e consultazione dell’archivio

Ovviamente, abbiamo confermato gli elementi fondativi del periodico, storicamente apprezzati ed ancora richiesti.

Oltre ad un’attenzione costante per la qualità nella selezione dei contributi da condividere, troverete:

  • la possibilità di scaricare gli scritti per fruirne in un secondo momento;
  • una proposta di contributi interdisciplinare e trasversale, fonte di apprendimento sia per chi si avvicina al mondo della formazione sia per chi è in cerca di strumenti, metodologie e punti di vista “esperti”;
  • l’appuntamento mensile con una newsletter in cui saranno selezionati i contributi del mese e inviati direttamente agli iscritti ed alle iscritte.

Proprio come ogni genitore, però, anche noi abbiamo bisogno di un confronto esterno.

Il punto a cui siamo arrivati nello sviluppo della piattaforma non è quello definitivo.

Abbiamo lasciato spazio ad ulteriori integrazioni che vorremmo implementare sulla base delle vostre esigenze.

Le novità si comprendono appieno solo quando si inizia a fruirne.

Speriamo di dare vita ad un dialogo bidirezionale con voi non solo in merito agli articoli ed alle tematiche proposte.

Il nostro desiderio è anche comprendere le necessità di chi si approccia al magazine o come migliorare ulteriormente la fruibilità di quanto proposto.

Rimaniamo in attesa, quindi, di commenti ed eventuali proposte riguardo a ciò che già c’è, ma anche rispetto ad elementi che incontrate in altre esperienze di navigazione e vorreste vedere “apparire” anche qui.

Nella speranza di aver intercettato alcune vostre necessità e poter rendere Learning News una risorsa sempre più alla portata di tutte e tutti, vi lascio con gli articoli che inaugurano questa nuova stagione della nostra rivista.

Prima, però, un ringraziamento di cuore a Vittorio Canavese, Paolo Macchioni, Anna Malaguti, Antonella Marascia, Linda Salerno, Luana Spada e Maurizio Milan (Direttore editoriale) per il lavoro di questi mesi (oltre che degli ultimi anni). Siamo partiti da punti di vista molto distanti, ma la sintesi a cui siamo arrivati è frutto delle esperienze di ognuno di noi e ha indubbiamente arricchito il prodotto finale.

Un sentito grazie anche a Vivaldo Moscatelli e Sandra Fratticci che hanno dedicato sere (e forse anche notti) alla realizzazione pratica del sito su cui stiamo navigando. Adattare la tecnologia alle esigenze della redazione non è stato facile, soprattutto per i numerosi cambiamenti di rotta che si sono susseguiti. Siamo loro molto grati.

Learning News gennaio 2022

Da oltre cinquant’anni la leadership è uno degli argomenti più trattati nella letteratura organizzativa. Minore attenzione invece è stata dedicata alla followership, Paolo Macchioni ne tratta in “Leadership e followership” riprendendo uno dei più noti contributi interpretativi sul tema.

La formazione strategica” è un tributo a Ugo Righi, scomparso poco tempo fa. Formatore raffinato, riprendiamo le sue riflessioni legate a come la formazione si legittimi solo per l’apprendimento che genera e per come lo trasforma in comportamenti (di valore).

Fare progetti di formazione e di autoformazione è un modo per perfezionarsi e per resistere alle tempeste in corso. In “Long Life Learning del formatore”, Galileo Dallolio suggerisce questo ed altri spunti utili alla scoperta delle ragioni che, al giorno d’oggi, ci possono spingere ad imparare e reimparare.

Stefano Cera in “Don’t look up: storytelling e comunicazione efficace in pubblico” analizza l’omonimo film, uno tra i più visti nell’ultimo periodo, dal punto di vista degli elementi che contiene in riferimento alle tecniche di presentazione e comunicazione in pubblico.

L’importanza delle competenze digitali è stata più volte ribadita dalla Commissione Europea, che ha creato DigComp, destinato alla cittadinanza e alle professioni. In “Strumenti di autoriflessione sulle competenze digitali”, Vittorio Canavese approfondisce ciò che riguarda quelle “generiche”, oltre a quelle per insegnanti e formatori.


Matteo Zocca

Coordinatore editoriale di Learning News. Formatore e consulente allo sviluppo individuale ed organizzativo. Si dedica allo studio e all’applicazione delle metodologie esperienziali, con una passione particolare per le nuove tecnologie.    

E-mail: aiflearningnews@gmail.com

Autore

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*