Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Gruppo scuola: un impegno che si rinnova

 

 

 

L’impegno di AIF per la Scuola è un impegno continuo. 
Un impegno che è stimolato dalla numerosa compagine di soci che operano, a vario titolo, nel mondo dell’istruzione.
Ciò ha favorito l’attivazione di soluzioni organizzative quali il Gruppo Scuola, coordinato da chi scrive, di una Comunità di Pratica sulla Scuola [1]La Comunità di Pratica della Scuola ha come finalità quella di promuovere una cultura della formazione nella scuola potenziando la capacità narrativa della comunità attraverso la condivisione di … Continue reading, coordinata da Emilia Filosa e Angela Spinelli, oltre alla partecipazione a numerosi progetti e bandi proposti da associati e coordinati in AIF a livello nazionale.

In questo scenario di iniziative e collaborazioni si incardinano alcune ulteriori azioni di stimolo alla partecipazione e alla condivisione delle attività del Gruppo, lungo due direttrici.
La prima prevede la creazione di un Comitato Scientifico che, nelle intenzioni, vedrà coinvolte figure interne di AIF e del mondo delle istituzioni scolastiche e universitarie, insieme a professionisti che operano in questo ambito.
La seconda intende costruire momenti di confronto allargato, in particolare attraverso la realizzazione di alcuni eventi nazionali, in proprio o attraverso partnership con altre realtà con cui si condividono le finalità, rivolti al mondo della Scuola.

Uno di questo è già in cantiere, organizzato presso l’Istituto James Joyce di Ariccia sui temi del digitale e dell’uso della tecnologia. Sarà un vero e proprio evento programmatico del Gruppo, che intende aprirsi alla realtà scolastica e viverla dove questa avviene, a stretto contatto con chi nella scuola lavora e costruisce il futuro del nostro Paese.

Un secondo, coordinato da Viviana Olivieri e Giuliana Guadagnini per la Provincia di Verona, in cui al centro verranno messi i temi del disagio giovanile, accentuatosi con la pandemia. In questa occasione sarà possibile avviare un confronto sugli aspetti della didattica e sulla valutazione del processo di maturazione, culturale e scolastica, da parte di studenti e studentesse di diverso ordine e grado.

La strategia che sottende le due attività è unitaria: valorizzare l’apporto di AIF al mondo dell’Istruzione.
Ciò avverrà sia in termini di contenuti prodotti e messi a disposizione della Scuola e di tutti i suoi stakeholder, sia in termini di visibilità, con l’occasione di un affaccio, dall’interno dell’Associazione verso l’esterno, sulle numerose professionalità, esperienze e competenze che caratterizzano la nostra compagine, offrendo la possibilità di uno sguardo ravvicinato a chi, ancora, non conosce l’Associazione.

Anche se la separazione esterno/interno non è più così netta, l’istituzione di un Comitato Scientifico permetterà di definire un punto di osmosi, favorendo lo scambio di idee, la partecipazione e la costruzione di senso per la nostra comunità nel rapporto con la Scuola. La speranza è quella di riuscire a catalizzare le esigenze, sempre più sfidanti, provenienti dal mondo dell’istruzione, per riuscire a metterle a sistema con la competenza e la professionalità di chi, in AIF, crede profondamente sulla possibilità di incidere positivamente sui numerosi temi attualmente presenti sui tavoli in questo ambito.

Ugualmente importante, in questa direzione, sarà la realizzazione di un evento nazionale, dedicato alla Scuola e aperto alla partecipazione diretta di tutti i soggetti interessati a fornire il loro contributo.
Si tratterà di un’occasione imperdibile per poter intercettare direttamente bisogni, problemi e criticità dell’istituzione scolastica al fine di individuare un percorso di collaborazione diretta e capillare.

Sul fronte dell’attività associativa, dopo l’avvicendamento con Rosa D’Elia, ma sempre con la sua collaborazione, è stato lanciato un primo webinar di presentazione di una proposta per l’orientamento degli studenti che frequentano l’ultimo anno delle superiori.
Il socio Alberto di Capua, esperto di orientamento, insieme ad Aldo Reggiani, autore del metodo Life Choice, hanno affrontato il tema delle soft skills necessarie all’employability, in un evento destinato a docenti di scuola secondaria di secondo grado, associazioni datoriali, imprese e centri per l’impiego.

A fianco degli eventi online, utili per diffondere la conoscenza sullo stato dell’arte della Scuola alla vasta platea di AIF, si sta proseguendo nell’attività di supporto ai soci che intendono partecipare a bandi o proporre progetti per la piattaforma Sofia a cui AIF è accreditata e abilitata.

Due casi sono esemplificativi di questo lavoro, spesso invisibile, di cui molti colleghi si fanno carico con l’apporto del Gruppo.

Il primo riguarda la partecipazione all’avviso per la “Prevenzione della violenza maschile contro le donne e il rafforzamento delle reti territoriali contro la violenza”.
Il bando, che ha come ente erogatore il Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha visto, partendo dalla proposta di Haidi Segrada [2]Socia AIF, esperta in glottodidattica, docente, formatrice e scrittrice e di Rossella di Costanzo [3]Socia AIF, Avvocata e formatrice, il successivo coinvolgimento di Stefano Berdini [4]Presidente Delegazione AIF Marche, Ingegnere e formatore e Rosa d’Elia [5]Presidente Delegazione AIF Abruzzo, psicologa del lavoro e formatrice, rispettivamente per la gestione economica e gli aspetti formativi del progetto.
L’idea di partenza, nella proposta delle due socie [6]“Educazione alla pace. L’innovazione dell’educazione civica, nella pratica didattica”, si è trasformata in una palestra, un primo passo per definire un framework collaborativo che aggreghi, con geometria variabile e con il coordinamento del Gruppo Scuola, le competenze necessarie a rispondere positivamente a bandi e progetti di interesse.

Il secondo caso, invece, è relativo alla partecipazione al Festival dello Sviluppo Sostenibile con alcuni progetti maturati nell’ambito della Comunità di Pratica della scuola, di cui si scriveva in precedenza.
All’interno dell’evento organizzato da ASviS [7]ASviS: l’Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile istituita con l’intento di far crescere la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e per mobilitare … Continue reading è stata possibile la presentazione di alcune proposte, rivolte agli insegnanti, su pratiche formative, una per ciascuna delle quattro aree [8]Incorporare i valori di sostenibilità, abbracciare la complessità nella sostenibilità, visione di futuri sostenibili, agire per la sostenibilità che raggruppano le dodici competenze necessarie per co-creare un futuro sostenibile in risposta al Goal 4 dell’Agenda 2030.
Tale modalità potrà essere ulteriormente sviluppata e veicolata da AIF, dopo il confronto con le referenti del progetto [9]Maria Emanuela Galanti – Filosofa e formatrice, Maria Dora D’Aloisio – Formatrice e insegnante IRC, Rosa Tiziana Bruno – Sociologa dell’educazione e insegnante. Appena si formalizzerà l’adesione all’Alleanza, sarà un elemento per imprimere più rilevanza ai progetti e aumentarne la visibilità.
La partecipazione di Giovannini, allora presidente di Asvis, al XXXII Convegno (2020), ha permesso la successiva definizione di alcune linee sulla sostenibilità della formazione [10]http://associazioneitalianaformatori.it/download/articoliln/2021/LN0921_Moscatelli_Olivieri_Sperduto.pdf elaborate dallo scrivente con Viviana Olivieri e Fulvio Sperduto. 
L’adesione di AIF a questo momento di condivisione ha rappresentato la naturale evoluzione di questo percorso.
Anche in questo caso l’idea portata avanti è la medesima: l’Associazione si attiva per favorire l’azione dei propri associati. Sulla scia di queste iniziative, saranno proposte agli insegnanti pratiche formative, una per ciascuna area, dalla forte connotazione esperienziale e relazionale. Tali pratiche andranno ad arricchire il background professionale degli insegnanti e potranno essere integrate in percorsi didattici innovativi.

L’idea di fondo, per i webinar, come per la partecipazione ai bandi, fino alla definizione di eventi, è quella di porre AIF al centro di un processo partecipato che coinvolga le energie migliori e le metta al servizio dei temi dell’Istruzione.
Il Gruppo Scuola svolgerà quindi una funzione di stimolo e coordinamento tra l’attività di ricerca, la definizione di una proposta operativa e la sua attuazione, che sarà caratterizzata dal più ampio coinvolgimento e sostegno associativo; l’intenzione dichiarata è quella di realizzare un processo che chiami a farne parte tutti quelli che sono disponibili a dare il proprio apporto, secondo le proprie specificità e secondo lo spirito che contraddistingue l’Associazione, perché “non ci sono passeggeri qui, siamo tutti equipaggio” (M. McLuhan). 

 

Vivaldo Moscatelli

Formatore, sviluppatore e consigliere Nazionale AIF, lavora alla formazione della Banca d’Italia e si occupa di progettazione didattica, sviluppo di e-learning e comunicazione. Collabora con alcune scuole dei Castelli Romani realizzando percorsi per lo sviluppo di competenze sul web e di comunicazione. 

E-mail: vivaldo.moscatelli@moscavi.it

Autore

Riferimenti

Riferimenti
1 La Comunità di Pratica della Scuola ha come finalità quella di promuovere una cultura della formazione nella scuola potenziando la capacità narrativa della comunità attraverso la condivisione di esperienze, pratiche e competenze. (https://associazioneitalianaformatori.it/comunita-di-pratica-per-la-scuola-uno-spazio-di-riflessioni-e-apprendimento/)
2 Socia AIF, esperta in glottodidattica, docente, formatrice e scrittrice
3 Socia AIF, Avvocata e formatrice
4 Presidente Delegazione AIF Marche, Ingegnere e formatore
5 Presidente Delegazione AIF Abruzzo, psicologa del lavoro e formatrice
6 “Educazione alla pace. L’innovazione dell’educazione civica, nella pratica didattica”
7 ASviS: l’Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile istituita con l’intento di far crescere la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e per mobilitare allo scopo di realizzare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile. (https://asvis.it/)
8 Incorporare i valori di sostenibilità, abbracciare la complessità nella sostenibilità, visione di futuri sostenibili, agire per la sostenibilità
9 Maria Emanuela Galanti – Filosofa e formatrice, Maria Dora D’Aloisio – Formatrice e insegnante IRC, Rosa Tiziana Bruno – Sociologa dell’educazione e insegnante
10 http://associazioneitalianaformatori.it/download/articoliln/2021/LN0921_Moscatelli_Olivieri_Sperduto.pdf

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

it_ITItalian