Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

In questo numero: marzo 2023

Ci siamo, è primavera! In questo numero inizieremo a pubblicare articoli in previsione del Convegno PA e Premio Basile che si terranno il 18 e 19 maggio a Roma. Il tema del Convegno è molto sfidante e riguarda di fatto tutto il mondo della formazione, la transizione dal digitale all’intelligenza artificiale nel mondo del lavoro, vantaggi, complessità, timori, riserve etiche. Tutto va molto in fretta e rischia di travolgere persone e organizzazioni senza lasciare spazio alle riflessioni ed ai processi di vero apprendimento. Per questo all’interno di Learning News pensiamo sia utile prendersi il tempo per confrontarsi su questi aspetti.

Introdurremo il tema dei diversi saperi e competenze che, oggi, contaminano la professione formazione e dell’etica e della serietà della preparazione di formatrici e formatori quando inseriscono nel loro lavoro altre discipline e professioni.
Come garantire ai nostri interlocutori, clienti e discenti, la sicurezza della serietà professionale? E’ un argomento scottante che balza allo sguardo nei biglietti da visita e ci presenta la commistione di molte pratiche, divenute “di moda”, in cui immaginiamo sia difficile per un cliente orientarsi. Nei prossimi numeri della rivista ospiteremo diversi approfondimenti tematici.

Gli argomenti proposti in questo numero sono una buona occasione per avere un intervento da parte di chi ci legge e ci segue. Dateci il vostro parere, le vostre opinioni su quanto stiamo proponendo. Vi chiediamo un salto di qualità, far sentire la vostra voce, farci arrivare il vostro pensiero su quanto vi stimola, vi sollecita, vi disturba o comunque vi crea emozioni.

Passiamo quindi al contenuto di questo numero di marzo 2023 di Learning News.

L’avvento dell’Intelligenza Artificiale e delle Learning Machine in una grande organizzazione pubblica ci mette davanti alle scelte, ai dubbi, ai quesiti di formatori e formatrici. Quali percorsi di apprendimento per le persone che dovranno sempre più velocemente adattarsi alla presenza di sistemi intelligenti che imparano e cambiano molto più velocemente di noi? Quali le competenze del futuro prossimo? Formeremo le persone o anche le macchine? Luigi De Bernardis (Consob Roma) ci introduce al tema con “Formare per rafforzare competenze ibride per la complessità” .

Riprende la sollecitazione sul ruolo futuro di formatrici e formatori a contatto con l’avvento dell’Intelligenza Artificiale Salvatore Marras, che lancia la prima sfida e ci presenta un’ “Intervista a ChatGPT (le risposte sono tutte sue) su intelligenza artificiale e formazione”.

Si arriva, poi, ad una riflessione su questi temi da parte di una formatrice esperta e aperta. Quali pensieri sollecita l’avvento di questo potente cambiamento? Subito dopo la rivoluzione che la pandemia ha imposto al lavoro ed alla formazione ecco l’avvento dell’Intelligenza Artificiale: straniera? nemica? amica da conoscere? Su questo si interroga con grande coraggio Milena Grion che ci dedica le sue “Riflessioni su un tema aperto: l’intelligenza artificiale nella formazione”.

Il tema della valutazione dei rischi psicosociali oggi è in primo piano tra gli esperti in Salute e Sicurezza sul lavoro, degli specialisti in Risorse Umane, dei formatori focalizzati sullo sviluppo delle competenze trasversali. Con un linguaggio ricco di metafore Priscilla Dusi e Ilaria Trinito ci presentano alcune riflessioni molto attuali in “Boulevard della Valutazione e Gestione dei Rischi psicosociali”.

Nel mondo della formazione si parla molto di Mindfulness, che come il prezzemolo viene inserita ovunque. Ma chi davvero ne sa qualcosa? Chi può seriamente dire a chi si rivolge, in che contesti la si presenta e la si pratica? Quale preparazione bisogna avere? Iniziamo ad approfondire un tema, la “Social Mindfulness”. Perché può interessare chi opera in ambiente organizzativo? Formatori e formatrici sono sempre a contatto con quotidianità frenetiche, senza respiro, con persone stressate e in continua competizione, come affrontare l’estraniamento nelle organizzazioni? Antonella Buranello ha condotto a febbraio ‘23 un workshop per AIF Veneto e ci propone uno scritto “Social Mindfulness: costruire organizzazioni umane e promuovere il cambiamento sociale. Conversazioni con Mark Leonard, ideatore del programma Mindfulness-Based Organisational Education”.

Scriveteci, reagite, fatevi sentire.

 

Anna Malaguti

Coordinatrice editoriale di Learning News. Formatrice ed esperta di processi organizzativi, coach, praticante di mindfulness qualificata al 1° livello MBSR. Dal 2011 al 2016 presidente di delegazione AIF Veneto. Fino al 2021 responsabile del Servizio Formazione del Comune di Venezia e nel gruppo nazionale AIF PA, ora posso dedicarmi ai miei interessi e passioni.  

E-mail: aiflearningnews@gmail.com

Autore

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*